Gelato e valori nutrizionali: perché mangiarlo

I valori nutrizionali del gelato è una delle ricerche più frequenti che vengono effettuate grazie ai moderni motori di ricerca online. In effetti, in seguito al crescente interesse dimostrato da parte della maggioranza della popolazione nei confronti del benessere fisico e psicologico, sempre più sono state anche le richieste di saperne di più in proposito.

Soprattutto l’ambito alimentare è quello che riscuote più attenzione, con una gran voglia dimostrata dagli utenti di conoscere nuove ricette light per mantenere, magari la propria forma fisica, specialmente se si tratta di dessert gustosi come il gelato.
Se anche tu non sei curioso di conoscere i valori nutrizionali del gelato, non ti resta che dare un’occhiata a questo articolo: troverai le risposte a ciò che stai cercando!

Valori nutrizionali del gelato

Abbiamo già detto che del gelato spesso e volentieri, ne viene richiesto il valore dal punto di vista nutrizionale. Infatti, in seguito alla crescente attenzione riposta nella propria alimentazione, sono sempre di più coloro che fanno fatica a resistere alla tentazione di questo splendido dessert anche se, dall’altra parte,
preferirebbero non fare un vero e proprio sgarro alla dieta seguita.

In realtà, a differenza di come molti potrebbero pensare, il gelato è caratterizzato da componenti che sono considerate assolutamente salutari per il corpo, tanto che questo particolare alimento potrebbe tranquillamente essere considerato una buona e salutare merenda.

Ricco di carboidrati, pochi grassi e proteine nella giusta quantità, il gelato si presenta come un pasto perfetto, completo e bilanciato. Tuttavia, se è vero che questo dessert ha dei valori nutrizionali assolutamente approvati dai medici, è anche doveroso dire che quelli che spesso si trovano in commercio sono ricchi di zuccheri ed è quindi opportuno preferire quelli fatti in casa.

Quali gusti di gelato sono più salutari

Oltre al discorso relativo al consumo di un gelato più salutare che, senza dubbio, è proprio quello che viene realizzato in casa, è possibile anche provare a selezionare una serie di gusti che sicuramente hanno maggiori valori nutrizionali.
In effetti, sebbene ci siano alcuni gusti di cui proprio non riusciamo a fare a meno, sarebbe opportuno prediligere delle scelte più salutari quando ci troviamo di fronte al bancone della gelaterie di fiducia. Questo perché, se da un lato è vero che uno sgarro ogni tanto non produrrà alcun effetto negativo sulla nostra dieta, dall’altro lato è anche doveroso cercare di mantenersi sempre eresistere alle tentazioni.

A tal proposito, è sempre consigliato da medici, nutrizionisti, dietologi e altri esperti del settore, scegliere un gelato in versione coppetta (evitando, così, la cialda) con tutti quei gusti alla frutta che di sicuro hanno al loro interno un minor apporto di zuccheri aggiunti rispetto ai classici gusti al cioccolato, cremino, o dei tantissimi variegati che ormai da tempo sono giunti sul bancone.

Perché mangiare il gelato fa bene

Insomma, abbiamo visto che i valori nutrizionali associati a quetso fantastico dessert sono in realtà molto buoni e soprattutto vengono spesso e volentieri inseriti all’intero delle diete alimentare fornite da nutrizionisti ed esperti del settore.

Oltre a ciò, un aspetto su cui vogliamo anche farti riflettere è proprio legato ad un altro benessere che il gelato contribuisce ad accrescere: quello psicologico. Dedicandosi proprio ad uno sgarro concesso, magari, anche 3 volte a settimana potrebbe dare delle conseguenze tutte positive sul nostro umore.
Chissà, magari realizzando addirittura il gelato in casa con l’aiuto di una pratica gelatiera come quelle proposte da www.gelatoacasa.it questo benessere mentale può anche aumentare ulteriormente!

In definitiva, abbiamo visto che il gelato, pur essendo propriamente un dessert possiede in realtà dei valori nutrizionali molto importanti per la salute fisica (e mentale se prendiamo in considerazione il fatto che al suo consumo è associato un grande piacere del palato). Perché privarsene nella propria dieta alimentare? Basta soltanto consumarlo con moderazione e prediligere i gusti più salutari!