×

Matera: alla scoperta della bellezza lucana

Matera: alla scoperta della bellezza lucana

Essendo uno dei luoghi più belli da visitare del Sud Italia, Matera è uno di quelli assolutamente unici e meravigliosi. La città lucana è infatti ricca di monumenti storici e panorami meravigliosi tutti da scoprire, il che la rende perfetta per un lungo week-end.

Soggiornare tra i sassi di Matera

Soggiornare in una grotta è una delle cose migliori da fare a Matera; infatti, queste cave vengono chiamate sassi e sono state la dimora di molte persone nel corso dei secoli. Tuttavia con l'aumentare del tenore di vita, molti dei residenti le hanno lasciate a metà del XX secolo, e al giorno d'oggi ospitano piccoli hotel, studi di artisti e ristoranti assolutamente unici. Matera e la zona dei sassi sono quindi luoghi magici da esplorare, ed essendo una piccola città è facile muoversi a piedi, fino a raggiungere cime a spirale attraverso ripide scalinate che offrono vedute mozzafiato.

Passeggiare tra i sassi di Matera significa anche incontrare innumerevoli volte e archi di pietra e vagare attraverso un labirinto di vicoli. A coronamento della sommità del luogo, vi è anche una cattedrale romanica con annesso un campanile che dominano l'orizzonte e rappresentano il punto focale della città medievale. Nei dintorni si trovano bei palazzi, graziose piazze, numerose chiese e una zona pedonale con caffè e bar accoglienti dove ci si può fermare per un drink o un pranzo.

Ammirare le bellezze di Matera dall’alto

Per ammirare Matera dall’alto, non c’è niente di meglio che recarsi sul Belvedere di Piazza Giovanni Pascoli al tramonto e che offre punti panoramici e permette anche di vedere la città illuminata. La rupe tra l’altro si affaccia sui sassi con vista sul campanile del Duomo e sul burrone. Sempre a Matera sia dall’alto che da vicino è possibile ammirare Piazza San Pietro Caveoso che si snoda su una strada molto vicina alle principali attrazioni e ristoranti della città. Dopo aver visitato questa chiesa rupestre, si può tra l’altro risalire le strade sopra di essa per raggiungere altri ottimi punti panoramici. Il Belvedere Luigi Guerricchio detto dei Tre Archi e che si trova accanto a Piazza Vittorio Veneto nella parte nuova della città non è ampio come gli altri e non si vede il burrone, ma offre però una buona visuale del Duomo.

Apprezzare le chiese di Matera

La chiesa rupestre più famosa di Matera è quella denominata Santa Maria di Idris con la sua spettacolare posizione costruita in un'enorme roccia sul bordo del burrone. La struttura è impressionante dall'esterno, ma anche all'interno ci sono due piccole cappelle rupestri con interessanti affreschi risalenti al XII secolo.

Santa Lucia alle Malve è un'altra chiesa rupestre nelle vicinanze e che propone alcune opere d'arte interessanti tra cui la Vergine che allatta.

La terza chiesa rupestre da visitare a Matera è quella di San Pietro Barisano che è la più grande della città e risale al XII secolo. All’interno propone alcuni affreschi antichi e una cripta piuttosto raccapricciante con sedili scolpiti nelle pareti dove venivano lasciati decomporre i sacerdoti morti.

Un’altra buona e imperdibile tappa da fare in occasione di una visita a Matera è Casa Noha, dove è possibile guardare un film di 30 minuti sulla storia della città. Si tratta inoltre di un edificio storico che offre l’opportunità di sapere quanto fossero pessime le condizioni di vita fino agli anni '50 e come i sassi furono completamente abbandonati per anni, per poi essere ristrutturati.

Per concludere la visita di Matera vale la pena recarsi nel Museo d'arte cittadino che propone sculture moderne sparse negli angoli e nelle fessure di un palazzo rupestre del XVII secolo. Si tratta tra l’altro di un ambiente straordinario e molto suggestivo e che merita quindi una visita anche se non si è appassionati di arte moderna.