Tutore per Epicondilite: Prezzi e Recensioni

L’epicondilite, meglio conosciuta come gomito del tennista, è una malattia infiammatoria dei tendini del gomito, che colpisce non solo chi gioca a tennis, ma chiunque pratichi una attività non necessariamente sportiva in senso stretto ma che implica un utilizzo molto intenso del braccio, e quindi uno sforzo eccessivo a carico della muscolatura del gomito. Può infatti affliggere anche chi passa molte ore al computer, chi lavora utilizzando molto le mani e le braccia, e persino le casalinghe.

Si tratta di una vera e propria forma di tendinite, che provoca una infiammazione intensa a carico dell’epicondilo, cioè della struttura ossea del gomito: se non viene adeguatamente curata, rischia di provocare grossi danni alla muscolatura del braccio.

Quando è necessario utilizzare un tutore per l’epicondilite?

Se nei casi più gravi l’epicondilite richiede un vero e proprio trattamento chirurgico, quando l’infiammazione e quindi il dolore insorgono per la prima volta, è possibile ricorrere ad una terapia farmacologica prescritta dal proprio medico, a degli esercizi di riabilitazione, ma soprattutto anche all’utilizzo di un tutore appositamente pensato e progettato per chi soffre di questo tipo di patologia.

In estrema sintesi, la funzione di un tutore per l’epicondilite è quella di diminuire il sovraccarico sul tendine e quindi ridurre il dolore, per cui va utilizzato prevalentemente quando si fa attività fisica, o comunque quando si effettuano le varie attività che hanno provocato l’infiammazione.

Quali sono le caratteristiche di un buon tutore per l’epicondilite?

Un buon tutore per l’epicondilite deve proteggere al massimo il gomito ed in particolare l’articolazione durante lo svolgimento di tutte quelle attività, sportive e non, che potrebbero in qualche modo aggravare ulteriormente l’infiammazione: per questo motivo, in particolare nel caso di gomiti deboli o già lesionati, deve fornire un elevato livello di sostegno della muscolatura. Se il tutore è efficace e correttamente utilizzato, già la prima volta che lo si indossa si comincia ad avvertire sollievo dai dolori e dai fastidi derivanti dall’infiammazione.

Il tutore infatti normalmente esercita un effetto comprimente sulla muscolatura danneggiata e la riscalda, aumentando la circolazione locale e rendendo più agevole il movimento. L’articolazione in questo modo risulta tutelata da eventuali sforzi o movimenti che potrebbero in qualche modo peggiorare la situazione attuale.

Il tutore per l’epicondilite può essere una vera e propria gomitiera, quindi una fascia elastica a compressione diversificata che avvolge il braccio a cavallo del gomito, oppure semplicemente una fascia che comprime solamente la parte direttamente interessata dall’infiammazione, ovvero la muscolatura dell’avambraccio immediatamente accanto al gomito.

Quali sono i prezzi di un buon tutore prr l’epicondilite?

Vista la grande diffusione del problema, che riguarda non solo gli sportivi ma anche persone che non praticano attività sportiva né lavori particolarmente usuranti, esiste una vasta scelta di tutori per l’epicondilite, che presentano tutti mediamente una buona qualità e delle buone funzionalità in termini di protezione dell’articolazione e di sollievo dal dolore. E’ possibile acquistare un buon prodotto spendendo una cifra che normalmente non supera i 20/25 euro, sia nei negozi tradizionali che on line.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!

Manidistrega
Logo