MdS Editore
Lunedì, Dicembre 11, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami

Una soffitta piena di libri

Domenica, 08 Febbraio 2015 15:54

Dai racconti di mamma oca al mondo fiabesco nel quotidiano

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Dai racconti di mamma oca al mondo fiabesco nel quotidiano - 5.0 out of 5 based on 3 reviews

Il primo libro di cui vorrei parlare è “ I racconti di mamma oca” di Charles Perrault edizioni Il battello a vapore ,euro 14.

Vorrei fare una riflessione sul senso che le fiabe ricoprono ai nostri tempi. Le fiabe hanno un linguaggio universale, raccontate, scritte , illustrate, rappresentate in teatro; le fiabe affidate alla narrazione orale subiscono influenze, contaminazioni e scambi , vivono “nuova vita” ad ogni racconto.

C'é ancora spazio per la fiaba in un mondo globalizzato, in perenne corsa contro il tempo? Un mondo dove si fatica a trovare momenti di riflessione e spazi che ci consentano di rallentare i tempi? E' definitivamente scomparso quello spazio intimo del raccontare una storia che si manifestava in un luogo fisico concreto davanti al focolare?

Bruno Bettelheim nel celebre libro “ il mondo incantato” illustra ampiamente come la fiaba popolare incarna il tumultuoso mondo infantile riuscendo ad esorcizzare nell'immaginario del bambino incubi ed inquietudini. C'è un rinnovato interesse per le fiabe e il mondo della fantasia generale, nell'editoria per ragazzi negli ultimi dieci anni sono nate una miriade di collane dedicate interamente alle fiabe regionali, locali e mondiali. Ritroviamo il “mondo incantato” in luoghi inaspettati, come ad esempio negli orti, un progetto che prende a spunto l'opera “Cipollino” di Rodari porta le fiabe nell'orto; oppure i “ciabattini interculturali” che costruiscono scarpe con materiali di recupero partendo dai modelli delle fiabe.

Una notizia recente e' quella che vede la Commissione Cultura del Parlamento di Bruxelles impegnata nella costituzione di un itinerario della “Via Europea della fiaba”. La via aprirebbe i battenti nel 2016 e sarà formata da 29 itinerari tematici che coinvolgeranno 11 Paesi. Sono già al lavoro Svezia, Danimarca ed Austria presenteranno Bambi come personaggio simbolo, il Belgio Tin tin, la Germania i Fratelli Grimm, l'Irlanda ha proposto la saga di Finn Mac Cool, l'Italia il Pinocchio di Collodi che avrà un posto d'onore anche all'Expo' di Milano 2015 ed infine la Francia che ha proposto Perrault, La Fontaine ed il Piccolo Principe di Saint-Exupéry. E' giunto il momento di parlarvi di questo piccolo gioiello editoriale i “Racconti di mamma oca” pubblicati nel 1697 con il titolo originale di “Contes de ma mére l'oye” avec des moralités; in quanto tutte le fiabe della raccolta hanno un messaggio morale che le unisce.

Pollicino, Cenerentola Cappuccetto Rosso milioni di bambini in tutto il mondo sono cresciuti ascoltando queste fiabe. L'agile volumetto é impreziosito dalle illustrazioni di Desideria Guicciardini vincitrice del Premio Andersen per l'illustrazione 2014. Il libro arricchito da note sparse su curiosità rende ancor più piacevole la lettura ad esempio non tutti sapranno che la fiaba di Cappuccetto Rosso ha una versione con happy end per merito dei Fratelli Grimm.

Acquistate questo libro perché questo è uno di quei libri che possono essere custoditi gelosamente per sempre. Se poi, siete talmente fortunati da potervi riunire intorno ad un caminetto in queste fredde giornate di gennaio, l'atmosfera sarà veramente perfetta per una lettura magica.

Letto 3610 volte

Ultimi da Laura Mercuri

Altro in questa categoria: Donne che corrono con i lupi »